AAA: Stiamo cercando persone che amano scrivere e fare un' informazione libera e di Tendenza. Il blog Cervelliamo ti aspetta come Autore. Potrai divertirti nel trattare qualsiasi argomento e guadagnare da quello che scrivi. Invia un articolo di prova dalla sezione: "INVIACI IL TUO ARTICOLO! "

Conto Corrente cointestato a firma congiunta e disgiunta

Un C/C cointestato può essere a firma congiunta o disgiunta:
La cointestazione a firma disgiunta prevede piena autonomia da parte di tutti i correntisti titolari del rapporto nella pratica ogni cointestatario può disporre separatamente del conto, accedendovi per movimentare denaro, emettere assegni o bonifici senza dover chiedere alcuna autorizzazione agli altri titolari;
Nel caso di firma congiunta, o doppia firma tale autonomia viene meno in quanto, secondo determinate procedure stabilite contrattualmente, le operazioni di prelievo, emissione di assegni o altro possono avere luogo solo con la firma di tutti i titolari.
Ma vediamo cosa vuol dire conto corrente cointestato.
Permette a tutti i correntisti titolari, con procedure differenti a seconda della firma congiunta o disgiunta, l’accesso e la movimentazione delle somme di denaro nei limiti del saldo disponibile, ovvero oltre nel caso di presenza di un fido bancario.
La cointestazione del conto può essere effettuata all’apertura del conto tramite il deposito della propria firma da parte di ciascun intestatario.
Naturalmente, la cointestazione può avvenire anche su conti correnti già esistenti con la medesima procedura di deposito delle firme.
All’apertura del conto corrente cointestato è naturalmente necessario scegliere tra le due opzioni, fatta la scelta, la clausola di firma congiunta o disgiunta deve essere accettata da ogni interessato.
Indipendentemente dall’opzione di firma, il conto cointestato consente il beneficio di tutti i servizi bancari da parte di due o più persone, pur pagando un unico canone di apertura conto e un unico canone di gestione annua. L’opzione di cointestazione non prevede alcun costo ed è pertanto una buona occasione di risparmio per giovani coppie, coniugi e nuclei familiari numerosi. 
Tra l’altro, con l’opzione disgiunta l’autonomia è totale per ciascun interessato, nella sostanza si hanno a disposizione due o più conti correnti al costo di uno solo.
Infine, qualora si decida di chiudere un conto corrente cointestato, la clausola di firma congiunta prevede l’intervento di tutti i correntisti, mentre nel caso di firma disgiunta è sufficiente la volontà di uno solo dei cointestatari.

Cerca altre notizie di tuo Interesse o Condividi!

Nessun commento :

Posta un commento