AAA: Stiamo cercando persone che amano scrivere e fare un' informazione libera e di Tendenza. Il blog Cervelliamo ti aspetta come Autore. Potrai divertirti nel trattare qualsiasi argomento e guadagnare da quello che scrivi. Invia un articolo di prova dalla sezione: "INVIACI IL TUO ARTICOLO! "

mercoledì 22 giugno 2011

Tarassaco: il fiore che depura e riduce il colesterolo

Pubblicità

Diffusissimo in tutt'Italia, il Tarassaco, è il famosissimo fiore dai petali gialli che si trasforma nel cosiddetto "soffione". Chiamato anche dente di leone o cicoria selvaggia, ha proprietà davvero straordinarie, tanto da essere conosciute fin dall'antichità. Il nome Tarassaco deriva infatti dalla parola greca "tarasso" che significa "guarisco".


E' una straordinaria pianta depurativa, rinfrescante e diuretica. La sua funzione disintossicante aiuta molto il fegato a depurare il sangue, facilita la funzione renale ed il suo utilizzo favorisce l'eliminazione delle tossine e l'eccesso di grassi. La sua consumazione prolungata poi, aiuta a combattere il colesterolo.


Le parti che vengono utilizzate sono le foglie e le radici. Attenzione però ai luoghi di raccolta della pianta: non consumate piante cresciute a fianco alle strade o ad industrie.

Le foglie possono essere consumate crude come normale cicoria, oppure bollite, mentre le radici possono essere utilizzate per fare un ottima tisana depurativa:

Pestare 50 grammi di radici di tarassaco in un mortaio. Metterla a bagno per 10 minuti in un litro di acqua fredda, portarla poi ad ebollizione e lasciare cuocere per 20 minuti. Lasciare raffreddare e filtrare il tutto.

Consumare una tazza o due al giorno di questa tisana è un toccasana per tutto l'organismo.

Cerca altre notizie di tuo Interesse o Condividi!

Nessun commento :

Posta un commento