AAA: Stiamo cercando persone che amano scrivere e fare un' informazione libera e di Tendenza. Il blog Cervelliamo ti aspetta come Autore. Potrai divertirti nel trattare qualsiasi argomento e guadagnare da quello che scrivi. Invia un articolo di prova dalla sezione: "INVIACI IL TUO ARTICOLO! "

IL GIAPPONE E' IL PAESE CON MENO NASCITURI

Il Giappone è noto per un triste primato: è il Paese con meno nascituri. Quasi tutti i giorni, muore una persona e ormai non c'è quasi più il riciclo generazionale. Oltre un quarto della popolazione ha più di 65 anni.
Tutto ciò ricade sulla spesa sanitaria, che ha raggiunto il 32% del bilancio.
Molti pensionati, non avendo un assegno previdenziale di base, continuano a lavorare nei campi o nella pesca.

In Giappone ci sono circa 40.000 centenari, di cui la maggior parte donne.
La popolazione, secondo le stime riferite dal Ministero della Salute, è diminuita di 244.000 unità. L'anno scorso sono nati 1.031.000 bambini, quindi circa 6.000 in meno rispetto al 2012. I morti sono stati, nel 2013, circa 1.275.000, con conseguente aumento di 19.000 unità rispetto all'anno scorso.
IL GIAPPONE E' IL PAESE CON MENO NASCITURI
Il Giappone, nei prossimi 50 anni, perderà un terzo della popolazione. L'indice dello sviluppo umano è di 0.94, ma l'indice di fertilità è fermo a 1.26 figli per donna. Avere figli non è un dato scontato, da legittima scelta, col trascorre degli anni, si passa ad una ridotta fertilità e a figli = 0. Il futuro del Giappone sarà determinato dalla scelta di queste donne di diventare madri o no", dice Miho Iwasawa dell'Istituto nazionale per la ricerca sulla popolazione.

Decidere di avere o no un figlio dipende da diversi fattori:  condizione economica, possibilità di carriera lavorativa e stile di vita.  La maggior parte delle coppie senza figli aspetta troppo a lungo per concepire; solo un terzo sceglie di restare davvero senza figli. Il fatto che ci siano poche nascite e molte morti, comporta un rischio ed un impatto brusco sull'economia nipponica.Come contrastare il fenomeno, se il governo non agisce, con misure drastiche? Impossibile risolvere l'enigma...Anche l'Italia, da questo punto di vista, non se la passa bene... Non rimane che attendere un pò di buon senso dalla politica, e un pò di coraggio da parte delle singole persone.
Continua »

FILM STASERA IN TV 19/04/2014: "BEN HUR"

I palinsesti televisivi ci hanno abituati a degli appuntamenti in qualche modo fissi nel corso dell'anno. Ma , anche se ci si aspetta il ritorno di un titolo già visto, in un determinato periodo, l'emozione all'idea di poterlo vedere di nuovo è sempre la stessa.
Questo è ad esempio il caso del periodo delle festività pasquali: infatti ci sono pellicole che rievocano, direttamente o indirettamente, la vita e la passione di Gesù Cristo, che la televisione non manca mai di riproporre. Come fa questa sera Rete Quattro, mandando in onda uno dei kolossal più amati e premiati di ogni tempo, ovvero "Ben Hur".
La pellicola è del 1959, ma la grandiosità e la magnificenza delle immagini non hanno perduto neppure una minima parte del loro smalto originale; il regista è William Wyler, e il copione trae spunto dal romanzo di Lew Wallace dal titolo omonimo. In realtà il film, tanto in originale che in lingua italiana, ha un sottotitolo: in inglese è "A tale of the Christ", un racconto sul Cristo, mentre in italiano è "la più grande storia mai raccontata".
Gli indimenticabili interpreti sono Charlton Heston, che veste i panni del principe ebreo Judah Ben Hur, e Charles Boyd, che invece interpreta il tribuno romano Messala. I due sono legati da un'antica amicizia, spezzata dalla rivolta della Giudea nei confronti del potere di Roma. Ciò condurrà viceversa i due a diventare acerrimi nemici, fino alla sfida nel Circo di Roma, in cui le loro vicende troveranno fine. Non così il tormento di Ben Hur, il quale dovrà ancora confrontarsi con il dolore e la sofferenza di Gesù Cristo in cammino verso la sua crocifissione.
Il personaggio di Gesù Cristo, come era uso nei film in cui non era centrale per la narrazione ma solo marginale, non viene mai mostrato nel suo volto, ma era interpretato dall'attore Claude Heater. Gesù incontra Ben Hur per due volte: quando gli dà da bere, mentre è prigioniero e condotto alle galee, e poi quando sale al Golgota, e l'uomo è in compagnia di sua madre e sua sorella, che si sono ammalate di lebbra.
Grandiosa epopea sulla rabbia e sul perdono, questo film ad oggi è, insieme a "Titanic" (1997) e "Il Signore degli Anelli - Il Ritorno del Re" (2003) l'unico ad aver vinto ben undici premi Oscar, e per ben trentotto anni è stato l'unico.
"Ben Hur"
Moltissime le scene rimaste per sempre nella memoria degli spettatori, in primis proprio la grandiosa corsa delle bighe, girata negli studi di Roma, a Cinecittà; notevolissima anche la battaglia navale. 
"Ben Hur" sarebbe un film da rivedere sul grande schermo, considerato il particolarissimo formato nel quale fu girato, ma resta da vedere anche sul piccolo schermo. Si tratta infatti di un prodotto solido, coerente, magnificamente strutturato, che dietro una veste estetica superba cela anche un insegnamento profondo e un messaggio affatto desueto ancora oggi, che parla di perdono.
Rete Quattro lo ripropone per la serata del Sabato Santo a partire dalle 20:30, visto che dura oltre tre ore: questa sera, "Ben Hur".

Potrebbero interessarti anche:

Continua »

EASTER EGG E RIFLESSIONI SU NUOVE APP DELLA PIXAR

Easter Egg ha un doppio significato: uova di Pasqua con la sorpresa dentro significato nascosto in un libro, in film o in un videogioco. Non essendo, quindi, accessibile a tutti, la Pixar ha creato un'app per scovare tutti i contenuti extra dei suoi prossimi lavori.
L'app, per ora, è disponibile solo per gli utenti americani. Quest'app segue un sito internernet, Disney Movies Anywhere, dove si può inserire il proprio nome e scoprire l'avatar corrispondente. L'avatar guiderà l'utente a conoscere contenuti extra, bonus e raccolte punti.
L'app sviluppa la storia del film e poi diventa interattiva e compartecipativa.
EASTER EGG E RIFLESSIONI SU NUOVE APP DELLA PIXAR
Easter Eggs
La tecnologia sta evolvendo e noi con essa, ci facilita la comunicazione (basti pensare ai social network), ci fa reperire maggiori informazioni possibili (dato il vasto numero di fonti) e ci rende tutto più semplice. La tecnologia è diventata ormai parte integrante della nostra vita e difficilmente potremmo rinunciarci.
Le app della Pixar sono divertenti e sviluppano la creatività. Le dinamiche interattive, infatti, creano una empatia tra utente e app, e un'esperienza fisica che toccatutti i sensi: vista, olfatto, gusto, tatto e udito.
Gli utenti si mettono in gioco e riferiscono le proprie emozioni, comparandole con quelle degli altri. Fin qui tutto bene. La tecnologia allora è utile o no? Non bisogna abusarne, altrimenti si diventa dipendenti: va usata moderatamente.
Ad ogni modo, le app della Pixar, ci rendono attori e, non semplici spettatori, ci portano i mondi fantastici a vivere mille avventure. Almeno possiamo passare un paio d'ore in totale frivolezza e leggerezza, senza pensare alla quotidianità snervante e a volte monotona. I film di animazione piacciono sempre a grandi e piccini, perchè regalano esperienze emozionanti e coinvolgenti, grazie ai workshop interattivi. Come l'uomo crea la tecnologia, così la tecnologia forma l'uomo. La tecnologia è importante ed indispensabile fonte di creatività e spunti per migliorare il mondo che ci circonda.
Continua »

JUVENTUS-BOLOGNA SERIE A: ANALISI, PRONOSTICI E FORMAZIONI.

Alle ore 18.30 di sabato 19 aprile 2014 allo Juventus Stadium va in scena una partita di fondamentale importanza sia per la squadra di casa e sia per la squadra ospite (anche se lo è più per quest'ultima) si tratta di Juventus - Bologna.
A dirigere questa partita di serie A sarà Giacomelli e ora, grazie all'analisi, andiamo a vedere il perché questa partita è importantissima.
La squadra di casa ormai a un passo dalla vittoria e dalla scudetto, grazie a un totale di 87 punti vinti fino ad oggi mantiene una certa distanza (+8) dalla seconda classificata che è la Roma.
Ma dato che quest'ultima non molla la presa, la Juventus non si lascia di certo andare e cercherà di vincere fino a che non sopraggiunge la certezza matematica.
In queste 33 giornate ha vinto la bellezza di 28 volte pareggiando solamente 3 volte, mentre le sconfitte si contano sulle dita di una mano (2 volte).
Numeri meritevoli ma non è certo tutto qua, vantano anche il miglior attacco della serie A con all'attivo 71 gol fatti contro 22 subiti (seconda miglior difesa dopo la Roma).
La squadra ospite, il Bologna, è con un piede sulla fossa, infatti, giace al quartultimo posto con solo +2 lunghezze di distanza dalla zona rossa che porta a retrocedere in serie B.
Davanti a lei c'è il Chievo, distante solamente due lunghezze, e dato che ci sono ancora sul piatto 15 punti,
JUVENTUS-BOLOGNA SERIE A: ANALISI, PRONOSTICI E FORMAZIONI.
per loro è fondamentale vincere e sperare che le altre squadre dietro di lei perdano.
In tutto l'anno ha accumulato troppe sconfitte, circa 15 mentre ne ha vinte 5 e pareggiate 13.
L'unico obiettivo del Bologna è solamente quello di lottare per la salvezza ma la loro situazione è abbastanza complicata anche perché non hanno una buona difesa dato che ne hanno subiti 51 di gol mentre ne hanno segnati solamente 27.
Nelle ultime 4 partite vediamo che non ha mai vinto ma nelle ultime due precedenti partite ha totalizzato 2 punti andando a pareggiare due volte consecutive.
Per questa partita la Juventus dovrà fare a meno di Bonucci e Lichtsteiner per la squalifica mentre non è del tutto certa la presenza di Vidal poiché lamenta un fastidio al ginocchio.
Al Bolgona mancheranno 4 giocatori per infortuni vari: Della Rocca, Krhin, Kone e Crespo.
Il nostro pronostico è 1 handicap (deve vincere con un gol di scarto) quotato a 1.54 sempre su Paddy Power.
Probabili formazioni:
- Juventus (3-5-2): Buffon- Barzagli, Ogbonna, Chiellini- Isla, Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah- Llorente, Giovinco
- Bologna (3-5-1-1): Curci- Antonsson, Natali, Cherubin- Garics, Friberg, Pazienza, Christodoulopoulos, Morleo- Ibson- Cristaldo
Ti potrebbe interessare anche:

Continua »

CBILL: IL NUOVO METODO TECNOLOGICO PER PAGARE LE BOLLETTE

Arriva CBILL, un nuovo servizio che sta cambiando la gestione dei pagamenti.
Ma come funziona?
Dall'inizio del 2014 sono già 34 le banche che hanno aderito a questo servizio ed entro luglio aderiranno a questo tipo di servizio tutti gli istituti di credito.
I clienti che vogliono usufruire di questo servizio avranno a disposizione tutti i nuovi canali, dal PC allo smartphone, per pagare ogni tipo di bolletta e fatture in modo molto semplice, intuitIvo e soprattutto protetto.
Sempre più persone usano internet: secondo un'indagine Ipsos, il 20% dei consumatori preferisce pagare le bollette attraverso internet, ritenendolo un sistema molto comodo.
Il numero delle persone che usano internet e l'home banking per gestire la maggior parte delle operazioni bancarie e in costante crescita.
Con il servizio CBILL si allunga di molto il numero dei pagamenti che potrà essere fatto attraverso il web: ecco quali sono:
  • Tutte le bollette relative alle utenze domestiche come luce, gas, telefono e così via;
  • Le spese del condominio e le polizze assicurative;
  • Gli abbonamenti al trasporto pubblico, le rette scolastiche e le tasse dell'Università;
  • I bollettini relativi al passaporto;
  • Agevolazioni anche per gli automobilisti che potranno pagare online i bollettini relativi alla patente, il bollo auto e le sanzioni amministrative ossia le multe;
  • Il canone Rai, l'Irap, l'Irpef, le concessioni edilizie e le affissioni;
  • I ticket sanitari.
MOLTI SONO ANCORA SCETTICI
CBILL

Ogni anno vengono emessi circa 600 milioni di bollettini.
In Italia la maggior parte di questi vengono pagati ancora presso gli Uffici Postali (90%), pochi usufruiscono i sistemi messi a disposizione dalle tabaccherie autorizzate Lottomatica e Sisal (7%) e ancora di meno sono coloro che vanno in banca.

Attuando questo sistema ci sarà molta economia sia per le spese di gestione che per la spesa cartacea.
Continua »

HUAWEI MEDIAPAD X1 VS GOOGLE NEXUS 7: SPECIFICHE E PREZZI A CONFRONTO

Il terzo confronto di oggi riguarda i tablet Google Nexus 7 e Huawei MediaPad X1.
Il Nexus 7 ha un display IPS LCD da 7 pollici a 323 PPI con risoluzione di 1920 × 1200 pixel e protezione Corning Gorilla Glass, un processore quad-core Qualcomm Snapdragon S4 Pro da 1.5 GHz, GPU Adreno 320,2 GB di RAM, 16 o 32 GB di memoria interna non espandibile, un peso di 190 g, Wi-Fi, Bluetooth 4.0, micro USB 2.0, supporto NFC ed LTE, una fotocamera posteriore da 5 megapixel con autofocus ed una anteriore da 1.2, sensori di giroscopio, di prossimità, accelerometro e compasso, GPS, una batteria da 3950 mAh non rimovibile e sistema operativo Android 4.4.2 KitKat.
HUAWEI MEDIAPAD X1 VS GOOGLE NEXUS 7: SPECIFICHE E PREZZI A CONFRONTO
Il MediaPad X1 è dotato di un display IPS LCD da 7 pollici a 323 ppi con risoluzione di 1920 × 1200 pixel, un processore quad-core Hisilicon Kirin 910 da 1.6 GHz, GPU Mali 450 MP4, 2 GB di RAM, 16 GB di memoria interna espandibile con micro SD fino a 32 GB, un peso di 239 g, Wi-Fi, Bluetooth 4.0, micro USB 2.0, supporto LTE, una fotocamera posteriore da 13 megapixel con autofocus e flash LED ed una anteriore da 5, sensori di giroscopio, prossimità, accelerometro e compasso, GPS, una batteria da 5000 mAh non rimovibile e sistema operativo Android 4.2.2 con interfaccia utente Emotion UI 2.0.
Il Google Nexus 7  ha un prezzo che si aggira intorno alle € 250 mentre l'Huawei MediaPad X1 è disponibile nei colori bianco e nero ad un prezzo che si aggira intorno alle € 400.

Ti potrebbe anche interessare:
GOOGLE NEXUS 7 VS APPLE IPAD AIR: SPECIFICHE E PREZZI A CONFRONTO 
ASCEND P2 VS ASCEND D2: SPECIFICHE E PREZZI A CONFRONTO DEI DUE SMARTPHONE HUAWEI
ASCEND MATE 2 4G: SPECIFICHE E PREZZO DEL PHABLET HUAWEI
GOOGLE NEXUS 5 VS APPLE IPHONE 5C: SPECIFICHE E PREZZI A CONFRONTO
SAMSUNG GALAXY NOTE 2 VS GOOGLE NEXUS 5: SPECIFICHE E PREZZI A CONFRONTO 
Continua »

OPPO FIND 7A VS HTC ONE M8: SPECIFICHE E PREZZI A CONFRONTO

Il secondo confronto di oggi riguarda gli smartphone Oppo Find 7a e HTC One M8.
Il One M8 è dotato di un display Super LCD3 da 5 pollici a 441 ppi con risoluzione di 1920 × 1080 pixel e protezione Corning Gorilla Glass 3, un processore quad-core Qualcomm Snapdragon 801 da 2.3 GHz, GPU Adreno 330, 2 GB di RAM, 16 o 32 GB di memoria interna espandibile con micro SD fino a 128 GB, Wi-Fi, Bluetooth 4.0, supporto NFC ed LTE, Infrared, micro USB 2.0, un peso di 160 g, una doppia fotocamera posteriore da 4 megapixel con autofocus e doppio flesh LED ed una anteriore da 5, sensori di prossimità, accelerometro, giroscopio e compasso, GPS, una batteria da 2600 mAh non rimovibile che assicura un'autonomia di 496 ore in stand-by e 20 ore in conversazione e sistema operativo Android 4.4.2 KitKat con interfaccia utente HTC Sense 6.
OPPO FIND 7A VS HTC ONE M8: SPECIFICHE E PREZZI A CONFRONTO
Il Find 7a dispone di un display IPS LCD da 5.5 pollici a 401 ppi con risoluzione di 1920 × 1080 pixel e protezione Corning Gorilla Glass 3, un processore quad-core Qualcomm Snapdragon 801 da 2.3 GHz, GPU Adreno 330, 2 GB di RAM, 16 GB di memoria interna espandibile con micro SD fino a 128 GB, un peso di 170 g, altoparlanti Oppo MaxxAudio, Wi-Fi, Bluetooth 4.0, micro USB 2.0, supporto NFC ed LTE, una fotocamera posteriore da 13 megapixel con autofocus e dual flash LED ed una anteriore da 5, sensori di giroscopio, di prossimità, accelerometro e compasso, GPS, una batteria da 2800 mAh e sistema operativo Android 4.3 con interfaccia utente ColorOS
L' HTC One M8 è disponibile nei colori grigio, silver e gold ad un prezzo di € 730 mentre l'Oppo Find 7a è disponibile in pre-ordine nei colori bianco e nero ad un prezzo di € 400.

Ti potrebbe anche interessare:
FIND 5 VS FIND 7A: SPECIFICHE E PREZZI A CONFRONTO DEI DUE SMARTPHONE DI OPPO 
RUMOR HTC ONE M8: L'AZIENDA RENDERA' DISPONIBILE UNA VERSIONE IN PLASTICA PER RIDURRE IL COSTO COMPLESSIVO DEL DEVICE
HTC ONE 2 (M8) VS SAMSUNG GALAXY S5: CARATTERISTICHE A CONFRONTO
SONY XPERIA Z2 VS HTC ONE 2 AKA M8: CARATTERISTICHE E PREZZI A CONFRONTO
NOKIA LUMIA 930 VS HTC ONE M8: SPECIFICHE E PREZZI A CONFRONTO  
Continua »