AAA: Stiamo cercando persone che amano scrivere e fare un' informazione libera e di Tendenza. Il blog Cervelliamo ti aspetta come Autore. Potrai divertirti nel trattare qualsiasi argomento e guadagnare da quello che scrivi. Invia un articolo di prova dalla sezione: "INVIACI IL TUO ARTICOLO! "

mercoledì 23 luglio 2014

CALCIOMERCATO NAPOLI LUGLIO 2014: NOTIZIE SU MASCHERANO, OSVALDO, LUCAS LEIVA, SUAREZ E BEHRAMI.

Notizie su Javier Mascherano

I tifosi e il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentis, hanno avuto un lungo colloquio e si è parlato di Javier Mascherano.
Le parole del patron soprattutto sono state tre su Mascherano: se vuole venire, se ce lo cedono e quando prende di ingaggio.
Ovviamente io cerco giocatori giovani per poter creare una squadra forte per il futuro e non un trentenne che può disputare due - tre stagioni, le parole del praton hanno scaturito gli applausi dei tifosi.

Notizie su Pablo Daniel Osvaldo

Il Napoli è interessato a Pablo Daniel Osvaldo ex giocatore di Juventus e Roma.
Il giocatore è rientrato al Southampton dove gli ultimi sei mesi gli ha trascorsi presso la Juventus con la formula del prestito.
I media britannici riferiscono che su Osvaldo oltre all'Inter anche il Napoli si sarebbe interessato alla punta ex Juve.
Il dIrettore sportivo, Riccardo Bigon, cercherebbe una valida alternativa a Higuain e Osvaldo sarebbe l'alternativa giusta.
La società partenopea potrebbe presentare un'offerta al Southampton, prestito con diritto/obbligo di riscatto in base a un numero di presenze e di goal.

Notizie su Lucas Leiva

Il Napoli è molto interessato a Lucas Leiva centrocampista brasiliano in forza al Liverpool.
Il 27 enne conosce molto bene l'allenatore del Napoli Rafa Benitez, la trattativa però per portare il giocatore in Italia non è molto semplice.
Il Liverpool cederebbe il giocatore al Napoli in prestito ma con l'obbligo di riscatto con alcune clausole nel contratto.
CALCIOMERCATO ESTIVO NAPOLI BENITEZ HIGUAIN OSVALDO
Oltre a Lucas Leiva, il Napoli segue Mario Suarez dell'Atletico Madrid e i due Kramer e Sandro ma molto costosi.

Notizie su Behrami

Sul giocatore svizzero ci sarebbe l'Inter, Atletico Madrid e ora anche l'Amburgo.
Ma il patron del Napoli, Aurelio De Laurentis, ha chiesto almeno 8 milioni di euro per cedere il suo giocatore e questa richiesta ha frenato decisamente le pretendenti allo svizzero che si sarebbero fermati ad offrira massimo 5 milioni di euro.

ARTICOLI PIU' LETTI:




Continua »

ANTARTIDE: LA NASA LANCIA L'ALLARME I GHIACCI SI STANNO SCIOGLIENDO VELOCEMENTE

Quando Roald Amundsen il 14 dicembre del 1911 raggiunse per primo il Polo Sud mise piede in pratica sul sesto continente, l'Antartide, un continente completamente ricoperto da una pesante coltre di ghiacci di oltre 4 km, un ecosistema unico ed immacolato che tutti i Paesi si sono impegnati a salvaguardare, al di sotto dei 60° di latitudine sud, con il trattato di Washington del 1° dicembre del 1959 per evitare incontrollati tentativi di sfruttamento e salvaguardare, nell'interesse dell'umanità, la conservazione della flora, della fauna e dell'ambiente naturale.

Purtroppo ultimamente le basi e le persone presenti in Antartide si sono moltiplicate dopo le varie e misteriose scoperte degli ultimi anni ed il sesto continente non è più così "immacolato" come lo ha visto Amundsen e si teme che "in nome della scienza" inizi uno sfrenato ed insensato sfruttamento.
Ma intanto, dalla NASA e da diverse organizzazioni di studiosi che hanno monitorato l'Antartide negli ultimi 40 anni e che hanno pubblicato i loro studi su autorevoli riviste scientifiche, giunge un grave grido d'allarme: i ghiacci si stanno velocemente e pericolosamente sciogliendo e questo potrebbe causare entro uno o due secoli un nuovo "diluvio universale" con l'innalzamento anche di 4 metri dell'attuale livello del mare!
Il clima è cambiato, l'effetto serra creato dai gas emessi dalle attività umane insieme all'impoverimento dello strato di ozono sta spingendo sempre più in alto la temperatura media del Pianeta, spostando i tropici ed i suoi tifoni sempre più verso i poli, acidificando e riscaldando l'acqua degli oceani sempre più, minando così l'integrità dei ghiacciai sciogliendoli ed è quello che sta accadendo adesso, non che accadrà in futuro.
Secondo questi studi, uno della NASA in collaborazione all'Università della California e pubblicato su Geophysical Research Letters, un secondo dei ricercatori dell'università di Washington e pubblicato sulla rivista Science, ed un terzo dei ricercatori dell’università del Texas e pubblicato sulla rivista dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti, la calotta glaciale nella zona occidentale dell'Antartide, il ghiacciaio Thwaites, cardine dell'intero sistema, si sta velocemente sciogliendo, molto più velocemente delle più pessimistiche previsioni, il collasso è oramai inevitabile e il ghiacciaio è destinato a scomparire  sciogliendo i suoi circa 200 mila metri cubi nell'oceano.
Oltre alla parte climatica sembra che ci sia un altro fattore che sta favorendo lo scioglimento: sotto il ghiacciaio Thwaites ci sarebbe una vasta area vulcanica ricca di sorgenti termali calde che riscaldano la base del ghiacciaio facendolo fondere, praticamente sta dando una bella spinta al già attivo disfacimento del ghiaccio.
E non è finita qui: quando il ghiacciaio Thwaites non ci sarà più, tutti gli altri ghiacciai dell'Antartide cominceranno a scivolare ed a collassare per poi fare la fine del primo sciogliendosi in mare, ed a seguire questo inarrestabile processo di scioglimento tutti gli altri ghiacciai della Terra.
Sembra tanto tempo uno o due secoli, ma in effetti sono pochi in quanto gli effetti devastanti incominceranno a farsi sentire prima, senza contare l'attuale e documentato scioglimento dei ghiacci della Groenlandia, il solo scioglimento del ghiacciaio Thwaites porterà ad innalzare il livello del mare da 1 a 2 metri e quando il processo di scioglimento dei ghiacci antartici sarà completo potremmo avere un innalzamento totale di almeno 4 metri!
Le ripercussioni su scala mondiale sono apocalittiche, significa che molte città costiere verranno inghiottite da un nuovo "diluvio universale", molte delle terre emerse attuali scompariranno, come gli atolli del Pacifico e le isole Seychelles, per citarne alcune. 
Si prevede quindi un immane esodo dalle coste verso l'interno, in una posizione dove le acque non possono arrivare, 4 metri più in alto dell'attuale livello del mare.
L'autorevole New York Times nel 2012 aveva pubblicato una stima del disastro prevedendo l'innalzamento del livello del mare di solo 1 metro, ebbene una parte del territorio statunitense sarebbe stata inondata coinvolgendo e sommergendo città come New York, Miami, Boston, New Orleans.
A questo punto servirebbe iniziare subito a correre ai ripari per tentare di limitare i danni e creare delle barriere per proteggere le coste, cosa che l'Olanda, paese molto all'avanguardia in materia, già attua con successo da molti anni e che ha stanziato ultimamente 1 miliardo di euro l'anno fino al 2100 per potenziare il sistema di chiuse e dighe che proteggono il Paese.
Altra soluzione potrebbe essere, visto che questo, una volta bellissimo pianeta, lo abbiamo pressochè distrutto e super-sfruttato e siamo oramai agli sgoccioli, trovare un altro pianeta abitabile su cui migrare avendo però cura di non distruggere quell'eventuale altro dono e di preservarlo per noi e per i nostri pronipoti memori dei disastri fatti su questo.
GHIACCIAI

Le considerazioni da fare sarebbero tante, come tanti ed inascoltati sono stati gli avvertimenti degli scienziati e della natura stessa, ci limitiamo a commentare gli scenari di due realtà differenti: Stati Uniti ed Italia.
Negli Stati Uniti ancora c'è molto scetticismo in materia climatica e della protezione dell'ambiente e pensiamo che sarà molto difficile per il governo americano fare digerire lo stanziamento di fondi consistenti per la protezione delle coste, anche perchè graverebbero su chi non abita sulle coste, per non parlare dell'abbandono del territorio, chi lo va a dire ad esempio agli 8 milioni di newyorkesi di abbandonare tutto?
In Italia un tentativo di fare un qualcosa per proteggere la costa dalle acque del mare è stato il progetto Mose che ha iniziato i lavori nel 2003 e che ancora oggi non è ultimato e sappiamo tutti come è finita, ma da noi è diverso, si pensa, si studia, si progetta, si stanziano i soldi che poi misteriosamente spariscono e nel frattempo l'incuria generale del territorio e delle strutture fanno si che non dobbiamo preoccuparci di un eventuale innalzamento delle acque, saremo già sprofondati da soli per buona pace di tutti.

Potrebbero interessarti:

CLIMA: ALLARME MONDIALE FENOMENI CLIMATICI ESTREMI

Se i miei articoli ti piacciono, seguimi sulla mia pagina  FACEBOOK  per essere sempre aggiornato!

Continua »

LITTLEBIGPLANET A 1080P E A 60 FPS SU PS4

Il nuovo LITTLEBIGPLANET dovrebbe uscire su PS4 il 14 novembre e supporterà anche la vecchia ps3.. Il gioco è stato rilasciato durante l E3 e la sua struttura è quella ormai tipica della serie, ovvero un platform contenente diversi puzzle. Oltre a soddisfare i giocatori dal punto di vista dei contenuti, lo farà anche dal punto di vista della grafica.

Il produttore Daimion Pinnock ha dichiarato in un' intervista rilasciata a Gamingbolt che il suo prodotto girerà a 1080P E A 60 FPS, risultato che ormai dovrebbe essere uno standard per tutti i giochi next gen. Anche in quest episodio ci sarà Sackboy, ma questa volta è stato aggiunto qualcosa di nuovo. Altri personaggi, come ad esempio Toggle, Oddsock e Swoop permetteranno di giocare in maniera differente nuovi livelli e così l' avventura sarà resa ancora più fantastica. La serie insomma ha già avuto un grandissimo successo in questi ultimi anni e ci sono tutti i presupposti per un possibile capolavoro.

LITTLEBIGPLANET A 1080P E A 60 FPS SU PS4Novembre non è poi così lontano, e con il passare del tempo saranno rese disponibili sempre più informazioni sul prodotto. Per chi volesse saperne di più ci sono in rete diversi trailer in grado di darci un' idea di ciò che avremo davanti. Non ci resta altro che aspettare impazienti l' arrivo del nuovo titolo di casa MediaMolecule.

XBOX ONE ARRIVA UFFICIALMENTE IN GIAPPONE CON TRE BUNDLE

DARK SOULS 2: RILASCIATA LA PATCH 1. 08

CALL OF DUTY ADVANCED WARFARE: DETTAGLI SULL' AGGIORNAMENTO DELL' ESOSCHELETRO
Continua »

DIETA DELLA NUTELLA

A tutti i golosi… aprite bene le orecchie, esiste la Dieta della Nutella!
Ma non fatevi ingannare dal titolo licenzioso; non si tratta di una dieta mono-alimento.
Questa dieta non si basa sulla consumazione di un unico alimento "la Nutella", ma consiste nell’eliminazione di qualsiasi altro dolce, e l’introduzione-premio di un cucchiaino di crema di nocciole ogni fine pasto principale: pranzo e cena.
Si tratta di un regime salutare, poiché la consumazione di frutta fresca, formaggio e verdure consente di guadagnarsi a conti fatti non più di 50 calorie (1 cucchiaino di crema di nocciole) a fine pasto, e vivere soddisfatti ma in dieta!
Ovviamente sono vietate tutte le bevande zuccherate e gassate, è vietato lo zucchero nel caffè e nel tè, è consentita solo l’acqua.

NUTELLA: ANALISI E PROPRIETÀ NUTRIZIONALI 
Valori medi per porzione (15g)
Valore energetico kcal 81
Valore energetico kj 339
Proteine g 0.9
Carboidrati g 8.6
Zuccheri g 8.5
Grassi g 4.7
Saturi g 1.6
Fibre alimentari g 0.5
Sodio g 0.007

DESSERT-PREMIO 
L’idea degli esperti è che un regime alimentare sano e corretto, deve sempre prevedere un dessert-premio, ciò permette di vivere le limitazioni con meno fatica, perché il nostro cervello pensa ad arrivare al “premio” meritato, senza appesantirsi su pensieri di peccati di gola.
Il funzionamento di questa dieta è approvato, ma non tanto per la “Nutella” in sé, ma per il regime bilanciato che va tenuto durante il periodo prefissato e l’apporto dietetico che riesce a far perdere qualche kg di troppo ad un ritmo costante.
Non esistono alimenti che fanno bene o male in assoluto, fa male la quantità ingerita, per esempio con una cucchiaiata di crema di nocciole si introducono molte kilocalorie, infatti la dose di consumo ragionevole è molto vicina alla dose di abuso.
Non allarmatevi, se vi dovesse capitare di eccedere con il “premio-finale”.
Armatevi di buona volontà e di qualche esercizio fisico giornaliero.

cucchiaio di nutella
ARGOMENTI CORRELATI:

ABILITÀ COGNITIVE RIDOTTE DALL’OBESITÀ

 

MAL DI TESTA, STRESS  E DOLORI??? LA COLPA È DELLE ALLERGIE NASCOSTE!


DIVE IN CARNE SUL PATIBOLO: DONNE CURVY ALLA RISCOSSA!

PALESTRE A NOZZE CON INTEGRATORI SPORTIVI
 

Continua »

SCUOLA: IN ITALIA I DOCENTI PIU' ANZIANI

Il rapporto Talis-Ocse: preoccupazione per il futuro della scuola italiana.
Gli insegnanti italiani non solo sono tra i meno pagati in Europa.
Cos'altro potrebbe succedere?
Risultano, pure, tra i più 'anziani'.
Secondo un'indagine effettuata dall'agenzia Talis-Ocse, meno dell'1%  dei docenti italiani ha un'età inferiore ai 30 anni.
Quindi, l'Italia ha il triste primato, a livello mondiale, degli insegnanti con un'età compresa tra i 50 e i 59 anni.
Ad interessare questa ricerca sono soprattutto gli  over 60enni.
Non è un record invidiabile...
Come sarà il futuro della scuola in Italia?
Senza intaccare l' esperienza e le conoscenze didattiche, attivate sul campo, degli insegnanti 'anziani', è innegabile  un processo di reciclo generazionale.
Accolto in modo sentito, da chi svorrebbe andare in pensione.

L'età media dei docenti in Italia è di 51 anni.
E' molto alta.
Facciamo un confronto: l'età media delle Forze di Polizia è di 41.
E' un dato allarmante.
Ma consideriamo anche gli effetti della riforma Fornero, che devono ancora ' manifestarsi...
E la pensione di anzianità scattera a 67-68 anni.
Bisogna agire in fretta.

L'ultimo concorso e varie prospettive future
L'ultimo concorso, del 2012, ha fatto emergere 800 nuovi docenti (con meno di 30 anni)
Ma, molti di loro non hanno ancora avuto una cattedra e, forse non l'avranno nemmeno per il futuro anno scolastico.
Marcello Pacifico, leader del sindacato Anief, vorrebbe introdurre la figura del docente 'senior', con l'esonero dalle attività didattiche.
Ciò  comporterebbe la disponibilità di nuovi posti.
La scuola necessità di 60mila immissioni, in ruolo, contro le 32.500 avanzate dal Miur.
DOCENTI PIU' ANZIANIEcco le ragioni dello scontro storico, con la politica del Ministero dell'Economia.
Lo svecchiamento dell'ordine dei docenti sarà una 'costrizione' per lo Stato.
La Corte Europea  vuole ordinare l'assunzione dei 140mila precari italiani.

Come sarà il vero futuro della scuola italiana?
Forse nebuboloso?
Oppure, più roseo?
Non è facile fare previsioni, su questo fronte...
Ma, come recita un proverbio: 'la speranza è l'ultima a morire.
Siete d'accordo, anche voi?
Quindi, forza e coraggio, qualcosa cambierà...
Magari, in meglio!

Potrebbe interessarti:

  1. MIUR, SUOLA E LE VERITA' NASCOSTE SUGLI STIPENDI DEGLI INSEGNANTI ITALIANI
  2. NEWS E AGGIORNAMENTI CASO DI YARA GAMBIRASIO
  3. ANTICIPAZIONI TV: 'CHI L'HA VISTO?' STORIE MERCOLEDI 23 LUGLIO SU RAI TRE
  4. NEWS CASO ELENA CESTE: ORA SI STUDIA L' AUTOPSIA PSICHIATRICA
  5. NEWS CASO GAMBIRASIO: UN NUOVO VIDEO INCRIMINEREBBE BOSSETTI
Continua »

DOLCE & GABBANA: STORIA DI UN PROFUMO: 'THE ONE'

LA CAMPAGNA PUBBLICITARIA

Per la campagna del profumo 'The One' sono state scelte delle location piene di fascino irresistibile, cornici ideali per la coppia Scarlett Johansson-Matthew McConaughey passando da New York a Cinecittà, che il famoso fotografo Peter Lindbergh ha fatto rivivere, il duo lo vediamo anche in mezzo alle luci dei riflettori, nel retro delle quinte di un set cinematografico, sulla spiaggia di Malibu, nello scenario così splendidamente reale come in fondo sono le loro vite; questo tributo agli anni d'oro del cinema vede Scarlett, con uno splendido vestito nero in pizzo, e Matthew i moderni Sophia Loren e Marcello Mastroianni dell'epoca moderna, un filo dorato che unisce passato e presente e anche futuro rendendoli unici, indimenticabili come il profumo 'The One'.

IL CONCETTO E IL DESIGN

Stefano Gabbana esprime il concetto del profumo 'The One' in poche ma decise parole: 'The One è l'unicità di ogni donna!', perchè la sua fragranza ha dei contrasti che la rendono così unica ed intensa, proprio come la donna che ne fa uso, può essere vaporizzato sui polsi in un'area inebriante: la fragranza 'florientale' e attuale che sposa ingredienti fruttati e paletto di fiori bianchi in un eccezionale connubio di moderno e classico.
Il design ideato da D&G ha dei riflessi dorati, di gran classe, è nato per essere guardato, celebrato e amato, il flacone rende omaggio alla tradizione della profumeria poichè costituisce un esempio perfetto di lusso.

LA TESTA, IL CUORE, IL FONDO

La ricca fragranza floreale e orientale si apre con un'interpretazione briosa e attuale delle fresche note di testa, combinazione di tocchi frizzanti di bergamotto e mandarino con gli accenti succosi di lychee e pesca, mentre il viaggio verso il cuore della fragranza prosegue nel profumo senza tempo del giglio bianco, con la sua voluttuosa intensità e avvolgente femminilità ed infine la fragranza si dispiega fino a rivelare la persistenza di un fondo intenso e sensuale, che nasce dalla ricchezza della vaniglia e delle note ambrate resinose, abbinate a morbidi e persistenti accenti muschiati.
D&G: PROFUMO THE ONE
THE ONE BY D&G

Un profumo dedicato a tutte le donne che hanno un'anima tenera e la passione che brucia nelle vene, donne determinate, guerriere e affascinanti, chi lo indossa avrà una leggera scia di trasgressione che catturerà l'olfatto maschile avvolgendolo in una spirale di languore, risvegliando sensazioni ed emozioni intense e vibranti come solo un profumo come 'The One' può dare; insieme al profumo si può trovare la linea per il corpo, gel doccia e il deo spray, ovviamente c'è anche 'The One' for men, il flacone di 'The One' Eau de Parfum 75 ml costa euro 93,95.




Potrebbe interessarti:
ABITI DA SPOSA: DA DIOR A CHANEL L'HAUTE COUTURE PARIGINA PRESENTA LA COLLEZIONE 2014-2015 
ABITI DA CERIMONIA: UNA GRIFFE STREPITOSA PER LE INVITATE, LUISA SPAGNOLI
Continua »

NOKIA X VS NOKIA LUMIA 520 - CARATTERISTICHE TECNICHE E DIFFERENZE

Nokia è sempre stata un concorrente forte nel settore della telefonia mobile.

L'azienda ha rilasciato una miriade di smartphone nel mercato pensando ai bisogni della gente. La presentazione del Nokia serie X basato su Android ha creato un enorme clamore nel mercato, dando ad altre società una corsa per i loro soldi. Gli smartphone Nokia serie X sono diventati il ​​parlare fin dal loro rilascio nel mercato degli smartphone.

Il Nokia Lumia 520 Windows è stato il miglior smartphone della società come vendite. Nonostante i numerosi concorrenti contro Nokia Lumia 520, lo smartphone ha venduto ad un buon ritmo. Alimentato dal sistema operativo Android di Google, nello smartphone Nokia X manca l'esperienza di interfaccia utente tanto che lo rende un Android incompleto. Tuttavia, la società garantisce agli utenti di fare uso di circa il 75% delle applicazioni Android sullo smartphone Nokia X.

Nokia X vs Nokia Lumia 520 recensione

Il Nokia X non è né un Windows completo né un puro Android. Tuttavia, questo può essere una benedizione per lo smartphone Nokia X. Si può aggiungere valore allo smartphone in quanto presenta un mix di piattaforme di Windows, Android e Asha.

Display e design

Nel reparto di progettazione e schermo, sia il Nokia X che il Nokia Lumia 520 sono dotati di un display WVGA da 4 pollici con una risoluzione di 480A x 800 pixel. Entrambi questi smartphone sono disponibili in un corpo in plastica policarbonato.

Lo smartphone Nokia X è dotato di uno slot dual-SIM in confronto al singolo slot Micro-SIM di Nokia Lumia 520. Le persone preferiscono utilizzare i telefoni dual-SIM nei tempi presenti; Pertanto, il Nokia X ottiene un vantaggio qui.

Processore, sistema operativo, batteria e stoccaggio
NOKIA X VS NOKIA LUMIA 520
NOKIA X VS NOKIA LUMIA 520

Entrambi questi smartphone sono dotati di Snapdragon S4 dual core da 1GHz Play chipset abbinato a una memoria RAM di 512 MB. Il Nokia Lumia 520, che è single-SIM, è dotato di una capacità di memoria interna di 8 GB con uno slot per scheda di memoria espandibile fino a 32GB. In confronto, Nokia X ha una memoria interna di 4 GB espandibile con slot per scheda di memoria esterna fino a 32GB.

Nokia Lumia 520 funziona su Windows Phone 8, come sistema operativo, rispetto allo smartphone Nokia X Android powered.

Il Nokia Lumia 520 è dotato di una batteria minore di 1430 mAh rispetto ai 1500 mAh di batteria dello smartphone Nokia X.
Continua »

SAMSUNG GALAXY S5 PRIME VS HTC ONE M8 - POSSIBILI DIFFERENZE E PREZZI

Il produttore taiwanese HTC Corporation è in competizione con una delle più grandi società, Samsung. Entrambi si stanno preparando a rilasciare i loro nuovi smartphone, One M8 Prime e Galaxy S5 Prime e stiamo aspettando con ansia di vederli nei negozi. Si tratta di un confronto tra questi modelli per decidere quale sia il migliore.

Designs

Una fonte molto affidabile, @ evleaks, ha twittato che il One M8 Prime avrà un involucro che sarà una combinazione tra alluminio e silicio liquido e soprattutto resistente all'acqua. Per quanto riguarda il Galaxy S5 Prime, si è ipotizzato che verrà con un involucro in metallo dorato.

Display

HTC One M8 Prime sarà leggermente più grande del Galaxy S5 Prime, come @ evleaks ci assicura. Il modello HTC avrà un display 5.5 pollici con una risoluzione di 2560x1440 pixels, e secondo alcune altre perdite, il Galaxy S5 Prime sarà caratterizzato da un display 5.2 pollici, con la stessa risoluzione del One M8 Prime.

Telecamere

HTC supera di Samsung in termini di telecamere, perché secondo PC World, One M8 Prime sarà disponibile con un duo fotocamera da 18MP + fotocamera da 5 megapixel sul davanti. PC Advisor ha dichiarato che il Galaxy S5 Prime avrà una fotocamera posteriore da 16MP e una fotocamera frontale da 2 megapixel - con stabilizzazione ottica dell'immagine.

Hardware

Entrambi gli smartphone saranno alimentato dallo stesso processore 2.5GHz quad-core Qualcomm Snapdragon 805 CPU, in coppia con 3GB di RAM, ma il Galaxy S5 Prime sarà dotato di una GPU Adreno 420 e una memoria interna di 32GB, ma non sappiamo invece la capacità di archiviazione dell' HTC.
SAMSUNG GALAXY S5 PRIME VS HTC ONE M8
SAMSUNG GALAXY S5 PRIME VS HTC ONE M8

OS

Secondo PC World, sembra che il One M8 Prime verrà eseguito o su Android 4.4.2 o Android 4.4.3 del sistema operativo e Sense 6.5 UI di HTC. Il phablet sosterrà 6 LTE, che dovrebbe consentire una velocità di download di 300Mbps. Come per il Galaxy S5 Prime, PC Advisor ha detto che verrà eseguito sulla versione 4.4.3 di Android KitKat e avrà TouchWiz UI di Samsung.

Prezzi

PC Advisor ha anche dichiarato che il Galaxy S5 Prime avrà un costo di circa 900 euro, mentre PC World pensa che il One M8 Prime costerà tra i 940-1000 euro.
Continua »

TRAPELATE LE APPLICAZIONI DEL SAMSUNG GALAXY NOTE 4 - ECCO COSA AVRA'

Settembre si avvicina, è il mese in cui Samsung Galaxy Note 4 si dice sarà rilasciato.

Un importante informatore, @evleaks, ha postato su Twitter una foto sulle applicazioni trapelate del Samsung Galaxy Note 4. L'elenco trapelato ci dà un'idea su cosa aspettarsi da questo prossimo smartphone.

Ecco le cinque caratteristiche che il Samsung Galaxy Note 4 avrà:

Display ad alta qualità

In concordanza con App Game Blog , Samsung Galaxy Note 4 avrà un display di alta qualità, una cosa che è suggerita dalla lista del APK PhotoStudio_WQHD_K.apk, OutofFocusViewer_WQHD_K.apk e SStudio_WQHD. Voci precedenti avevano detto che questo smartphone sarà disponibile con un display 5.7 pollici in grado di supportare una risoluzione di 2560 × 1440 pixel.

Una fotocamera migliore

App Game Blog  ha anche ricordato che Samsung Galaxy Note 4 sarà disponibile con una fotocamera migliore, come è stato indicato da PhotoStudio.apk, OutOfFocusViewer.apk e SmartSelfShot.apk dall'elenco trapelato delle applicazioni. Secondo altre indiscrezioni, questo smartphone molto probabilmente arriverà con una fotocamera posteriore da 16MP e una fotocamera frontale 4MP, con stabilizzazione ottica dell'immagine inclusa.

Health Focus

Secondo GSM Arena, SHealth3_5.apk potrebbe essere un'applicazione per il monitoraggio della salute. Il cardio frequenzimetro è stato anche incluso in alcuni dispositivi Samsung precedenti, quali: Gear 2 Neo, Gear Fit e Samsung Galaxy S5.

Auricolare Realtà Virtuale
SAMSUNG GALAXY NOTE 4
SAMSUNG GALAXY NOTE 4

Secondo Headlines Android, le applicazioni VRsetup.apk e VRSVC.apk si riferiscono alla realtà virtuale del Samsung Galaxy Note 4. Oculus è la società che progetta il software per la cuffia. Tuttavia, Samsung è quella produce lei stessa l'hardware per ciò.

Scanner di impronte digitali

Samsung Galaxy Note 4 sarà più probabile con uno scanner di impronte digitali, come si può notare l'applicazione Fingerprintservice.apk nello screenshot. Finora, ci sono stati molti rumors che dicono che sarà disponibile con uno scanner della retina, ma sembra che sia stato scambiato con lo scanner di impronte digitali.
Continua »