AAA: Stiamo cercando persone che amano scrivere e fare un' informazione libera e di Tendenza. Il blog Cervelliamo ti aspetta come Autore. Potrai divertirti nel trattare qualsiasi argomento e guadagnare da quello che scrivi. Invia un articolo di prova dalla sezione: "INVIACI IL TUO ARTICOLO! "

sabato 22 novembre 2014

SHOPPING NATALIZIO: LA 13ESIMA BASTERA' A COPRIRE LE SCADENZE DI FINE ANNO ED AVERE UN 10% PER I DONI

Parola di Adusbef: la tredicesima andrà in tasse, mutui e debiti da pagare, meno del 10% potrà essere destinata ai doni natalizi, viaggi e risparmi; questa è la sentenza dell'Adusbef e Federconsumatori in quanto le tredicesime del 2014 sono stabili rispetto al 2013 tranne per i pensionati, ma il 90% sarà inghiottito dalle tasse mentre il restante 10% andrà per quei doni tradizionali che si scambieranno sotto l'albero di Natale, e che quest'anno saranno diversi da ogni altro anno perché si guarderà di più alla sostanza e meno all'apparenza fortunatamente.

Si deve fare i conti con il risparmio e quindi le idee quest'anno si rivolgono ai mercatini che negli ultimi anni hanno proliferato in ogni dove presentando articoli di artigianato locale, prodotti della terra, con prezzi accessibili a tutte le tasche avvicinando i consumatori verso quelle tradizioni popolari che si andavano perdendo, dando una spinta anche all'economia della piccola e media azienda tutta made in Italy, infatti i consumatori si sono fatti più attenti negli acquisti e vogliono sapere da dove arriva, come è prodotto quel tal o quel talaltro alimento, forse sarà un Natale amaro per via della crisi, questo è uno dei molteplici risvolti delle medaglia ma dall'altra parte c'è anche un ritorno al vero spirito natalizio, quello che non era fatto che di regali umili, segni tangibili di affetto senza che costassero un patrimonio, magari fatti a mano da artigiani dalle mani d'oro, quando non c'erano iPad, tablet e via discorrendo ma solo la voglia si stare entro il calore della famiglia ed assaporare i piatti tipici e tradizionali.

Da una indagine fatta sembra che l'italiano abbia aumentato la spesa natalizia per prodotti alimentari e vino nell'82% degli intervistati, sono in calo i giocattoli, i gioielli, aumenta però la voglia di leggere infatti è aumentata la percentuale della vendita di libri dal 51% al 55% e sempre secondo i sondaggi fatti lo shopping natalizio è preferito il reale all'online, quindi il contatto diretto tra consumatore e commerciante, artigiano, contadino, domina il telefono per gli auguri piuttosto che i vari biglietti o cartoline con sms o tramite Facebook o Twitter e si utilizzano volentieri anche l'e-mail per gli auguri natalizi ed infine, ultimo posto Skype.

TREDICESIME TAGLIEGGIATE DALLE TASSE
NATALE 2015
Le statistiche dicono anche che questo sarà il peggior Natale dal 2010 ad oggi ma se andiamo a scavare nel profondo certamente per alcuni sarà una festa disperata perché non avendo nulla durante l'anno, di conseguenza anche il Natale non potrà essere diverso, ma anche il più povero in canna se vuole può riuscire ad avere una festa decente, basta che il vicino di casa che ha anche solo un piccolo posto in più lo faccia accomodare e dividere quel poco insieme, e se tutti facessimo in questo modo forse potremmo avere non un Natale ricco di doni, ma un Natale ricco di umanità, comprensione, carità e decisamente saremmo proprio nello spirito che questa festa richiede, al di là delle statistiche e degli aridi numeri,
Continua »

NOVITA' : BONUS BEBE' SOLO PER CHI HA UN REDDITO ISEE INFERIORE AI 25.000 EURO.

Dalla discussione in aula alla legge sul patto di stabilità arrivano una serie di importanti modifiche in materia di bonus bebè, introdotte grazie ad un emendamento presentato dal relatore Mauro Guerra (PD) depositato in Commissione Bilancio alla Camera.
Per opera di questo emendamento, espressione della richiesta della minoranza del PD, sono stati modificati i parametri per  aver diritto al bonus bebè.
La precedente proposta di legge prevedeva che per tutti i bambini nati dal 1.01.2015 al 31.12.2017 si avesse diritto ad un bonus pari a 80 euro mensili, per i primi tre anni di vita del bambino, alla condizione che il reddito lordo annuo sia inferiore ai 90.000 euro.
Questa la proposta di Renzi e della maggioranza del suo partito, proposta però non condivisa dalla minoranza del PD e,se mi posso permettere, neanche dalla sottoscritta. 
Il motivo è questo: se scopo del contributo è quello di aiutare le famiglie bisognose e casomai incentivare anche le nascite, come si può corrispondere tale contributo ad una famiglia che mensilmente percepisce dai 4.000 ai 5.000 euro e dare la stessa somma a chi ne percepisce 1.200 e anche meno? Sembra una cosa assurda  e sarebbe stato così se non fosse stato per l'opposizione manifestata da alcuni esponenti del PD che, con un emendamento alla legge di stabilità, sono riusciti a modificare in modo significativo i parametri per l'attribuzione di  questi 80 euro mensili a chi ne ha veramente bisogno.
BONUS BEBE'
Neonati
Ecco cosa cambia.


  • Il bonus bebè dell'importo di 80 euro mensili, spetta per tutti i bimbi nati dal 01.01.2015 al 31.12.2017, per un periodo di 3 anni.
  • Per averne diritto occorre avere un reddito Isee inferiore ai 25.000 euro annui.
  • L'importo sarà raddoppiato, passando da 80 a 160 euro, per quei nuclei familiari con reddito Isee inferiore a 7.000 euro.
  • La domanda per ricevere il bonus bebè va presentata all'Inps.
  • Il bonus non spetta per i bambini dal quinto figlio in poi.

Queste le novità introdotte che, a mio avviso, hanno modificato in meglio il testo della legge inizialmente presentato dalla maggioranza. Ultima cosa, speriamo che la votino al più presto visto che il 1° gennaio è ormai alle porte. 
Continua »

VINCENZO NIBALI CI PARLA DI MARCO PANTANI

Vincenzo Nibali il 14 novembre ha compiuto 30 anni e ha voluto ricordare le tappe della sua infanzia in questo anno che l’ha visto trionfare al Tour de France.


Vincenzo Nibali ci tiene a sottolineare poco la storia romantica e felice o le vittorie dove tutti si uniscono a te diventandoti amico ma ci parla del sue eroe cha segnato lasua vita e il suo nome è Marco Pantani.
Marco Pantani ha vinto sia il Giro d’Italia che il Tour de France nel 1998 che fu un anno segnato dalla famigerata vicenda della Festina, che ha ridotto lo sport del ciclismo ad un circo di drogati, il mio eroe si è isolato da tutto e da tutti e forse chi gli è stato vicino aveva solo secondi fini e non gli era veramente amico.

La sua tragedia pesa come un macigno su tutto il ciclismo e ha aperto una grande ferita che difficilmente potremo colmare, quando ero adolescente con gli altri miei amici correvamo in bicicletta e non potevamo non indossare la sua bandana e tutti si sentivamo un po’ come il Pirata e poi le scarpe gialle si non potevamo non comprarle e se i nostri genitori non potevano acquistarle andavamo a prendere una bomboletta per dipingere le nostre scarpe del suo colore, il giallo, come il gialo della sua morte come il giallo di quel sole che si è spento con lui.

Vincenzo Nibali ricorda il grande campione scomparso
Vincenzo Nibali ricorda il grande Marco Pantani
Tutti noi da bambini l’abbiamo apprezzato per il suo stile di arrampicata, per i suoi sprint e per il modo in cui teneva le mani così basse sul manubrio e poi si alzava sui pedali e allora non c’era per nessuno, diventava il campione, l’imbattibile, l’eroe.

Ho avuto la stessa guida e lo stesso medico del Pirata: Martinelli e Emilio Magni e entrambi sono state persone corrette e attente all’alimentazione e alla cura della persona, siamo controllati ogni giorno, in qualsiasi momento e a volte mi è davvero difficile capire come possano succedere le squalifiche e i ritrovamenti di campioni di questo sport positivi, io sono con Pantani e continuerò a ripetere che lui nel ciclismo non è mai stato dopato.
Continua »

SCONTRI A MILANO PER LO SGOMBERO DELLE CASE: DONNA INCINTA PERDE IL FETO

Da diversi giorni Via Ravenna, zona Corvetto, periferia sud est di Milano, è stata luogo di scontri a seguito dei mandati di sgombero indirizzati alle case popolari del luogo illegalmente occupate.
Sono intervenuti sul posto appartenenti all'area antagonista e sono iniziati scontri con le forze dell'ordine, presentatesi in tenuta antisommossa: a seguito dei lanci di sassi e fumogeni da parte dei manifestanti, ragazzi dei centri sociali e occupanti abusivi delle case popolari, gli agenti hanno risposto con dei lacrimogeni.
In mezzo a questo caos generale si rimane colpiti per una vicenda singolare: una donna romena, incinta e già madre di 4 figli, è stata ricoverata alla clinica Mangiagalli di Milano dove ha perso il bambino che portava in grembo da sei mesi.
Donna perde il bambinoChe correlazione c'è con quanto avvenuto in via Ravenna?
La donna, occupante abusiva di una di quelle case, ha dichiarato ai medici di aver ricevuto una manganellata durante gli scontri da un uomo con la barba, verosimilmente un poliziotto.
Tuttavia ,dopo averla visitata, i medici non hanno riscontrato segni evidenti di percosse, lesioni o ematomi compatibili con la manganellata e tali da aver determinato la perdita del bambino, quindi non ritengono che sussista il nesso di causalità tra il colpo subito e l'aborto.
Ora si procede all'autopsia sul feto: con gli esami istologici si potrà ottenere più chiarezza sulla vicenda.
Intanto il pm Gianluca Prisco ha iniziato le indagini per procurato aborto.
Chiaramente la violenza non è mai giustificata, ma una donna incinta cosa cosa ci faceva nel bel mezzo di scontri di quella entità?
Quando si ha un bambino in grembo bisognerebbe tutelarlo nella maniera più assoluta.
Continua »

LOTTERIA ITALIA: BIGLIETTI ESTRATTI DAL 17.11.2014 AL 20.11.2014 DURANTE LA "PROVA DEL CUOCO"

Eccovi i numeri, per chi non ha avuto la possibilità di seguire la "prova dell cuoco", dei biglietti della Lotteria Italia estratti dal 17.10.2014 al 20.11.2014.
Anche quest'anno, la lotteria Italia è stata abbinata alla tramissione televisiva "La prova del cuoco" condotta da Antonella Clerici e in onda tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 12.00 alle 13.30.
Durante le puntate in onda dal lunedì al giovedì, vengono estratti ogni giorno 2 biglietti che per il solo fatto di essere stati estratti vincono 10.000€, somma che può essere raddoppiata se il biglietto ha lo stesso simbolo di quello che ogni giorno la Clerici scopre in diretta durante la trasmissione.
Nella giornata di venerdì, l'estrazione del biglietto comporta anche la partecipazione telefonica delle due persone estratte, durante la trasmissione. In questo caso si possono vincere dai 10.000 ai 50.000 euro con la possibilità di raddoppiare la il montepremi.
Per partecipare al gioco basta trasmettere il codice che trovate sul biglietto inviando un sms al n.4770470 oppure telefonando al n. 894444.
Vi ricordo inoltre che con il biglietto della lotteria si possono vincere tanti ricchi premi con la lotteria istantanea, infatti ogni biglietto è composto da tre parti: la prima, che rappresenta il biglietto effettivo della lotteria che mette in palio ben 5 milioni di euro per il primo estratto; la seconda parte, relativa al gioco abbinato alla "prova del cuoco; la terza parte, che non è altro che un gratta e vinci e vi permette di vincere dei premi istantanei.
Buona fortuna a tutti!
LOTTERIA ITALIA
Lotteria Italia 2014

Ma vediamo quali sono i biglietti estratti nella settimana:

Dal  17.11.2014 al 20.11.2014

   N° Biglietto                    Premio in Euro

1    F008519                           10.000,00
2    O112054                           10.000,00
3    C088215                           10.000,00
4    A050132                           10.000,00
5    L112961                           10.000,00
6    A239200                           10.000,00
7    D210926                           10.000,00
8    C090522                           10.000,00






Continua »

ANTICIPAZIONI SQUADRA ANTIMAFIA 7: ROSY ABATE, CALCATERRA E DE SILVA DI NUOVO PROTAGONISTI, INIZIATE LE RIPRESE

Sono iniziate le riprese della settima stagione di squadra antimafia, la  fiction di Canale 5 che appassiona milioni di italiani. Alla fine della sesta stagione non era ben chiaro se Giulia Michelini, ovvero Rosy Abate, avrebbe fatto parte del cast della settima serie, ma invece ora è confermato e oltre a lei ci sarà la presenza indiscussa di Marco Bocci, come sempre nel ruolo di Domenico Calcaterra e De Silva è confermato che ci sarà, di conseguenza non è morto nell'esplosione dell'autobomba.
Nella prossima stagione la presenza però di Rosy Abate sarà saltuaria e non comparirà in tutti gli episodi, infatti l'attrice aveva parlato del''intenzione di lasciare il ruolo di Rosy per sempre, ma evidentemente ci ha ripensato, probabilmente merito dei suoi fans che la acclamavano a gran voce in quel ruolo.
Rosy alla fine della scorsa stagione prende i voti e proprio mentre Domenico tenta di fermarla viene sequestrato, ma da chi?
Le prime indiscrezioni sulla trama della settima serie iniziano a uscire, sembra che la Duomo sarà alle prese con la corruzione della classe dirigente siciliana che sarà coinvolta in sporchi affari legati al settore energetico. Entreranno in scena nuove famiglie mafiose come i Corvo e o Maglio e Calcaterra sarà come sempre al centro di tutto. Anche alla Duomo ci saranno delle novità come l'arrivo del vicequestore davide Tempofosco  e dell'analista Anna Cantalupo, che saranno impersonati rispettivamente da Giovanni Scifoni e Daniela Marra.
domenico rosy
Domenico e Rosy
Non è ben chiaro se il figlio  di Rosy Abate sia davvero morto o nascosto da qualche parte, crediamo che prima o poi salterà di nuovo fuori e creerà qualche scompiglio nella vita monastica di suor Rosy.
Inoltre chi avrebbe sottratto il corpo di De Silva dall'obitorio? Ma se lui è vivo di chi è il corpo?
Ora ricordiamoci che Veronica Colombo adesso è a capo di Crisalide, ma si trova in prigione arrestata proprio da Lara, sua sorella. Sembra ci sarà un'evasione dal carcere.
La messa in onda della settima stagione di Squadra Antimafia è prevista per il prossimo settembre.
Trepidiamo tutti per sapere come proseguono le vicende dei nostri beniamini.
Continua »